Shona Carter-Brooks : la madre che ha legato la figlia neonata all’abito da sposa…

Sono diversi giorni che gira questa notizia, tanto che all’inizio si pensava ad un fake di pessimo gusto…

In realtà pare sia accaduto veramente: la figlia neonata di un mese legata all’abito da sposa e trascinata attaccata allo strascico.

Per la prima volta ad un matrimonio, gli invitati hanno fissato attoniti non l’outfit nuziale della sposa regina del giorno più bello, ma quel frugoletto immerso nei vaporosi volant della gonna….

La storia parte dal Tennessee, presso la Chiesa Battista di Elam a Ripley, dove la sposa Shona Carter-Brooks ha volutamente inserito la figlia neonata di un mese nel suo vestito firmato Vera Wang.

La creaturina, infatti, è stata stretta tra i drappeggi e lo strascico del modello, appositamente modificato con una tasca atta allo scopo di tener ferma la neonata, mentre quest’ultima veniva trascinata all’altare.

Con il marito Johnathan Brooks, poi, Shona ha postato le foto del suo matrimonio su Facebook e lì si è sviluppato un putiferio inorridito al compimento di tale gesto.

La madre, con l’appoggio di marito ed amici, ha affermato che la piccola era ben salda e che, nel contempo, sarebbe stata protetta da Gesù….

Tralasciando valori simbolici e spirituali, comunque, ciò che si vede nella foto è un esserino di poche settimane che sembra soffocare tra tutte quelle balze, mentre, inerte viene portato all’altare come un pacco…

 

Vuoi chiederci qualcosa sugli abiti o desideri trovare l'atelier più vicino a te? Contattaci

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *