Roberta Lojacono : una romantica collezione 2015 tra arte e storia

Possono gli abiti da sposa diventare sottil esempio d’arte e di storia? Ebbene sì: è il caso della nuova collezione 2015 firmata Roberta Lojacono.

Dallo stile “Liberty” del 2014 si passa ad un intreccio di eleganza e romanticismo, perfetta combinazione per raccontare un’ispirazione storico-artistica preziosa come poche.

La stilista, infatti, omaggia le sue creazioni nuziali del tocco e della personalità dell’ultimo baluardo della nobiltà siciliana, nel nome dei Gattopardi : infatti, ci si trova al cospetto della ricchezza stilistica di un artista e designer di gioielli quale Fulco “Santostefano della Cerda” Di Verdura.

Ogni abito da sposa, invero, sembra far parte di uno splendido mosaico di ricerca e distinzione, habitat idoneo a celebrare il genio e l’influenza dell’artista, oltre alla sua vita, che lo ha visto relazionarsi in rapporti d’amicizia con personaggi del calibro di Salvador Dalì, Coco Chanel e Cole Porter.

In questo mirabile e complesso frangente, Roberta Lojacono ci conduce in un vaggio fatto di splendidi capi nuziali, diafani ed eterei nella loro presenza, proprio mentre rimembrano un confine stilistico tra il retrò ed il moderno.

Ecco, allora, linee fluide e leggiadre, che scivolano o drappeggiano la figura femminile, mentre accarezzano estatichele sue amene convessità.

Le geometrie confermano una ricercatezza destrutturata, ma non per questo meno importante: è una seduzione raffinata e fine, che non disdice il contrapporsi armonioso di particolari, fra loro, apparentemente in contrasto.

L’elevata qualità dell’atelier, infatti, gioca ad abbinare l’impalpabilità di pregiati pizzi in seta con la natura più grezza e realistica di garze in cotone e seta, la cui essenza stroppicciata rende l’effetto volutamente più intrigante ed originale.

Gli abiti da sposa si dilettano a rivisitare una sofisticata classicità in nome di una biografia d’arte e di storia: per cui, i modelli si fanno lunghi e delicati, schermiti da dettagli, ricami e rifiniture di impeccabile fattura.

I tagli baloccano con corpetti più o meno aderenti e dalle scollature profonde nel loro dolce avvallo a cuore oppure maliziosamente velate nelle loro parti più tenere.

Abili drappeggi e soffici sovrapposizioni di tessuto, poi, rendono le gonne leggere ed aggraziate, ideali per impreziosire il passo cadenzato di una sposa innamorata e che vola verso l’altare.

Ancora, questa lama sottile tra passato e presente è assolutamente idealizzata nella deliziosa novità che tanto caratterizza questa nuova collezione, ossia l’introduzione di abili da sposa “trasformabili”.

In questo caso, è possibile contemplare la possibilità di avere un vestito dal look nuziale sdoppiabile, in cui accessori di finissime peculiarità lo rendeno adatto sia per affrontare la cerimonia sia per il ricevimento: insomma, un modello perfetto per il giorno che si reinventa glam e chic anche per la sera.

Maestosi veli ricamati (molti dei quali ricalcanti la bellezza della mantilla spagnola), scialli, coprispalle, giacchini etc. anche dal gusto vintage, sono gli artefici di questa magia…

Poesia, arte, storia, moda e natura: cosa si potrebbe voler di più da una collezione bridal? Gli abiti da sposa Roberta Lojacono 2015 sono un balsamo per l’anima, in bianco ed avorio, e sono da scoprire, senza dubbio, con un’inconfutabile enfasi.

Vuoi chiederci qualcosa sugli abiti o desideri trovare l'atelier più vicino a te? Contattaci

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *