Soprana Oreficeria – Gioielleria – Orologeria : i gioielli Damiani esposti

Soprana è un nome famoso e ricercato per quanto riguarda il settore dell’oreficeria-gioielleria, grazie a preziosi unici che ricalcano le ultime tendenze glamour della Gioielleria D’Autore (da Damiani a World Diamant Group, Fope, Crivelli, Polello, Utopia, Marco Bicego etc.) oppure grazie ad un’accurata cernita di splendidi pezzi antichi, i quali ripercorrono i fasti e le pregiatezze della storia del gioiello.

Allo stesso modo, il marchio Soprana si distingue per un’accattivante scelta nell’ambito dell’orologeria, con intriganti prodotti dei brand Meistersinger, Zenith, Frederique Costant, Omega, Poul Picot etc., in cui si evince la scrupolosa manutenzione di qualsiasi orologio: da polso (con la curiosa possibilità di personalizzare a piacere i cinturini o crearne di nuovi a partire dai desideri e le esigenze dei clienti), da taschino oppure anche come oggetti d’arredo e di design (sia antichi sia moderni).

Non manca la suadente lavorazione e l’integerrima esperienza di Soprana nemmeno per quanto concerne il restauro degli stessi gioielli ed orologi (pendole comprese), proprio per risalire al loro splendore originario, attraverso l’importante e delicato intervento filologico dell’atelier.

Per quanto riguarda la storia dei Soprana, è proprio l’Italia del Dopoguerra che ne segna l’inizio: nel 1946 tre fratelli Adolfo, Roberto ed Edoardo aprono a Valdagno la loro prima gioielleria-orologeria e ottica.

Solo dieci anni dopo Adolfo Soprana si trasferisce a Vicenza ed apre una gioielleria in Piazza dei Signori. E’ partita così, più di 50 anni fa, l’avventura della storica gioielleria, un percorso che ha attraversato mezzo secolo legandosi alle persone e alla vita di questa città in ogni suo avvenimento, privato o pubblico.

Nel 1973 Adolfo subentra all’antica gioielleria Marangoni e da allora l’azienda ha continuato ad investire nel nuovo negozio, sia dal punto di vista infrastrutturale che culturale. La Basilica diventa così il cuore dell’attività dei Soprana che vi dedicano passione ed energie.

La storia dei Soprana, oltre ad una prestigiosa avventura commerciale, è soprattutto un percorso di passione ed amore per la storia del gioiello e dell’orologeria. In questi anni la gioielleria si è resa promotrice di moltissime occasioni culturali, animata da uno spirito concreto di neo­mecenatismo che ha condotto a vere e proprie operazioni culturali per la restituzione di testimonianze uniche della storia vicentina.

Soprana ha sempre investito in cultura, non solo sponsorizzandola ma producendo eventi, mostre, concerti, restauri e ricerche, come quella sul piano commerciale della Basilica nell’800 condotto da Manuela Barausse; ancora, nel 2000, in occasione dell’anno giubilare, l’atelier orafo ha progettato ed eseguito il restauro della Corona della Basilica di Monte Berico, restituendola ai fedeli e alla città.

In seguito, nel 2006, in occasione dei primi cinquant’anni della presenza in piazza dei Signori, Soprana ha promosso e curato la mostra “Il Gioiello di Vicenza” al museo diocesano di Vicenza.

Oggi Lella e Stefano Soprana, assieme ai figli Matteo e Giovanni, proseguono con la stessa energia e passione questa storia proiettata nel futuro di una tradizione di intense emozioni.

Insomma, un parterre genealogico di tutto rispetto, pronto a condurre i clienti nel lussuoso mondo della Oreficieria e Gioielleria: un delizioso esempio dell’alta qualità esposta da Soprana si ammira nella galleria sottostante, con i meravigliosi preziosi (dalle parure ai solari, alle fedi e così via) firmati Damiani.

Vuoi chiederci qualcosa sugli abiti o desideri trovare l'atelier più vicino a te? Contattaci

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *