La sposa “vintage” del 2014

La sposa di un 2014, che si sta avvicinando ad un ritmo serrato, sarà una sposa d'”annata”: la stagione ventura, infatti, rispolvera i dettami di una moda passata, rendendo trendy ciò che viene comunemente definito “vintage”.

Il 2014 sarà l’anno dei matrimoni stile anni Venti, anni Cinquanta ed anni Settanta: le passerelle Bridal 2013 hanno già svelato questo arcano, con accattivanti sfilate dai modelli ispiratamente retrò.

Gli abiti da sposa anni Venti si rifanno al capolavoro letterario “Il Grande Gatsby” di Fizgerald, riportato in auge da film interpretato da Leonardo di Caprio.

La nuova (o “vecchia”) tendenza accenna al Proibizionismo americano, forte di notevoli restrizioni che, come contraltare, aveva feste sfrenate, lusso ed alcool a volontà.

Propio questo stile di raffinati baccanali clandestini si reinventa nel settore “wedding”, con le proposte di abiti da sposa scivolati e non fascianti, grazie all’impiego di tessuti evanescenti, spesso impreziositi da perle e cristalli.

Per non parlare delle frange (maliardo elemento protagonista della moda del tempo), soprattutto abbinate in contrasto ad un romantico ed impalpabile velo.

La sposa del 2014, che rievoca gli anni Venti, è una figura chic, quasi etera, pronta a lanciarsi nell’organizzazione di un matrimonio circondato da un’atmosfera tipicamente hollywodiana.

L’ispirazione agli anni Cinquanta, invece, si rifà alle “icone nuziali” (e non solo) di quei tempi, a partire dall’innata classe di Grace Kelly: in questo caso ritornano gli abiti da sposa con corpetti aderenti in pizzo e collo alla coreana o scollo a cuore, gonne dal vlume importante con una lunghezza alle caviglie oppure al ginocchio, per un modello in corto e più sbarazzino.

Non mancano cinture per sottolineare il punto vita, la presenza o meno di maniche in pizzo, velo lungo e guanti corti di classe. Gioielli? Un unico ed elegante filo di perle al collo.

Infine tornano gli anni Settanta, con magiche atmosfere hippie, perfette per ribadire il concetto trascendentale di libertà.

Ecco, allora, lunghi abiti da sposa fluttuanti, morbidi ed impalpabili come seta; strascichi e dettagli troppo elaborati vengono banditi in favore di un look fresco e pulito, fatto di ricami non troppo pretenziosi e velate trasparenze “birichine”.

Il classico velo potrà essere sostituito da una romantica coroncina di fiori di campo (in versione “shabby chic”, perché no…), perfetta per vedersi nel ruolo di “figlia dei fiori” anni Settanta.

Le passerelle del 2013 si sono fatte prendere da questo revival dei tempi trascorsi ed il risultato finale è una moda Bridal 2014 molto retrò: oltre a fiere ricostruzione di questo stile vintage, comunque, si sono visti molti rifacimenti moderni, magari influenzati da un decisivo trend  minimal chic contemporaneo….

Vuoi chiederci qualcosa sugli abiti o desideri trovare l'atelier più vicino a te? Contattaci

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *