Sicilia : una tassa per foto e video di nozze nei luoghi sottoscritti a patrimonio culturale ?

La notizia che molti palazzi, ville o castelli, di indiscusso patrimonio storico-artistico, stiano diventando location da favola per un matrimonio indimenticabile, non risale a molto tempo fa.

Ora, però, si stanno diffondendo voci piuttosto allarmanti in quel di Sicilia e che sono collegate alla possibilità di usufruire dell’atmosfera storica e culturale prima citata.

L’assessorato regionale ai Beni Culturali, infatti, stava pensando bene di introdurre una nuova tassa, la quale sarebbe andata a toccare foto e video di nozze, girati daii futuri sposi nelle suddette location.

In effetti, una circolare del mese scorso ha messo in allerta fidanzatini novelli alle prese con le già troppe spese nuziali.

Ritirata in meno di 24 ore, la circolare in questionetrattava del pagamento di una somma (tra i 500 ed 1.000 euro…), proprio come concessione di un permesso speciale per filmare o fotografare i siti ed i luoghi culturali siciliani.

Sembra che il provvedimento sia stato annullato in meno di un giorno, sottointendendo un ravvedimento immediato del dipartimento dei Beni Culturali, il quale ha espresso la necessità di disciplinare una materia ancora confusa in merito a foto e video di operatori (e non) nelle location di pertinenza.

Ci sarà, quindi, un nuovo emendamento per regolamentare gli oneri d’accesso non previsti per legge, senza parlare di oneri di occupazione del suolo?

La situazione si fa interessante da un punto di vista economico, soprattutto per le tasche dei fidanzati alle prese con l’organizzazione del proprio matrimonio, la cui definizione di “lusso” sembra cascare a pennello….

SONY DSC

Vuoi chiederci qualcosa sugli abiti o desideri trovare l'atelier più vicino a te? Contattaci

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *