Enzo Miccio : “L’Oro di Napoli” la bridal collection 2017 di abiti da sposa

Enzo Miccio presenta la sua nuova bridal collection 2017: essa celebra ed omaggia la tradizione e la cultura partenopea, in grande considerazione dal famoso wedding planner, che, per l’occasione, ha intitolato la nuova collezione, appunto, “L’Oro di Napoli”.

Con questa premessa, si intuisce come i nuovi abiti da sposa esplorino uno stile eclettico, tra storico e moderno, in cui femminilità, romanticismo ed eleganza si fondono assieme al sontuoso Barocco napoletano ed allo sfarzo dei balli di corte.

A tale proposito, i volumi si fanno squisitamente importanti e voluttuosi, espressione di un’allure principesca, ma dal tono moderno, in cui la maestosa pronuncia delle ampiezze si stemperano in linee contemporanee e ricercate.

Ecco, quindi, un sapiente impiego di tessuti preziosi, che creano gonne lussuosamente voluminose, in mikado di seta per le opzioni più strutturate oppure in tulle ed organza per creare effetti vaporosi ed eterei, in un crescendo di movimenti e curve, dovuti alla deliziosa scelta di profili doppiati.

I corpetti, a loro volta, esplicano tanto intramontabili scollature a cuore quanto raffinati scolli diritti e seducenti aperture a V, in un tripudio di pizzi, soprattutto macramé, a delineare sensualmente la figura femminile.

Quest’ultimi evidenziano pregiati ricami che arricchiscono sia l’intera silhouette sia i gloriosi dettagli, a partire dalle maniche diafane e regali: ovviamente, il tutto è il risultato di un’eccellente lavorazione a mano, perfetta per creare, al contempo, affascinanti effetti tattoo e see through.

I particolari, quindi, sono il fiore all’occhiello dell’intera collezione, in un susseguirsi di linee sinuose e barocche, che ripercorrono le amenità storiche ed artistiche di Napoli (come la fontana marmorea del Chiostro di San Gregorio Armeno oppure l’altare Maggiore di Santa Maria di Costantinopoli e la guglia di Fanzago dell’obelisco di San Gennaro), splendide ispirazioni all’estro creativo di Enzo Miccio.

Egli stesso, in proposito, ha dichiarato: “Ho immaginato Napoli come una donna, femminile e regale, sensuale e misteriosa, classica e glamour; una Dea che ammalia e protegge proprio come Parthenope, la sirena che nella mitologia fondò il capoluogo campano, con il suo sacrificio”.

Ed è per questo, che, naturalmente, non mancano carezzevoli modelli A-line ed a peplo: essi, attraverso scivolate plissettature e geometrie leggiadre, evocano lo charme di un’antica divinità.

Vuoi chiederci qualcosa sugli abiti o desideri trovare l'atelier più vicino a te? Contattaci

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *